Suggerimenti per orientarti nel tuo divorzio

Come ci dice un noto avvocato matrimonialista Verona chiedere il divorzio può sembrare un compito impossibile quando inizi a affrontarlo, ma puoi e lo supererai.

Ecco alcuni suggerimenti da tenere a mente durante il divorzio che ti aiuteranno a superarlo per riavere la tua vita indietro.

Ecco 20 suggerimenti per superare il tuo divorzio:

Fai tutto il possibile per ridurre al minimo la tensione e il conflitto con il tuo ex coniuge. 

Non cercare motivi per cui essere arrabbiato. Sii risoluto ma ragionevole. Sii determinato ma amichevole.

Non mettere tuo figlio nel mezzo di conflitti con il tuo ex coniuge. 

Comunica direttamente con il tuo ex, non tramite tuo figlio. Non litigare per tuo figlio. Non lasciare che tuo figlio senta le ostilità verbali. Non parlare a tuo figlio del tribunale.

Intervista a diversi avvocati prima di assumerne uno. 

Scegli un avvocato che sia simpatico con le tue esigenze e desideri. Fai molte domande difficili. Sii attivo, non passivo.

Chiedi in giro per i rinvii per un avvocato. 

Il passaparola è un ottimo modo per trovare esperti. Non selezionare solo i primi risultati online a caso.

Assicurati che tuo figlio si senta amato, al sicuro e ascoltato. 

Comunica con tuo figlio. Incoraggia tuo figlio a parlare. L’espressione dei sentimenti è sana. Sii un modello per i sentimenti aperti.

Un divorzio collaborativo è il migliore, se possibile.

 Il divorzio è più veloce, più agevole, meno contraddittorio e con un atteggiamento cooperativo da parte delle parti. Un accordo raggiunto congiuntamente senza un processo è il migliore.

Non firmare un accordo di divorzio che non ti soddisfa

Una volta che un accordo è in vigore, è estremamente difficile cambiare. Non lasciare che un avvocato ti dica il contrario. Non accettare qualcosa che pensi di poter modificare in un secondo momento. Semplicemente non è vero.

Il processo di divorzio può richiedere molti mesi o anni. 

Se eviti il ​​conflitto e una situazione contraddittoria, il processo può essere molto più veloce. Non combattere solo per combattere. Non lasciare che gli avvocati combattano solo per combattere.

Il divorzio può essere costoso. 

Ma se il processo è più breve, la spesa è inferiore.

Chiedete in giro e trovate un buon terapista per voi stessi. 

Questo ti aiuterà mentre combatti con sentimenti come senso di colpa, paura e rabbia. Essere in terapia è un punto di forza, non una debolezza.

Assicurati che non si alimentino dissapori in famiglia

Assicurati che i nonni, gli insegnanti e gli altri adulti non alimentino sentimenti e comportamenti negativi durante il processo di divorzio. Parla con loro e aiutali a mantenere una posizione premurosa ma neutrale.

Parla e poi parla ancora con familiari e amici.

 Parlare ci aiuta a sentirci meglio. Ci aiuta anche a non prendere decisioni avventate e ad impegnarci in comportamenti problematici. Non sentirti in colpa per aver parlato.

Divertiti e rilassati. 

Ridere. Sorridi. Non essere ossessionato dal tuo divorzio. Non fare del tuo divorzio un lavoro a tempo pieno. Goditi la vita.

Non iniziare una nuova relazione sentimentale mentre il tuo divorzio è in corso. 

È una cattiva idea su diversi livelli. Complicherà solo le cose.

È più probabile che tuo figlio sarà felice se tu sei felice. 

Tuo figlio risponderà alle tue vibrazioni positive. Essere ottimista. Guarda avanti. Vedi un futuro luminoso.

La co-genitorialità è un’ottima soluzione

Ma ci vuole ragionevolezza e impegno da parte di entrambi i genitori per farla funzionare. È la genitorialità ideale per i bambini se fatto bene. Richiede che entrambi i genitori parlino tra loro.

Anche la genitorialità parallela può funzionare bene. 

È qui che ogni adulto genitore separatamente con poca o nessuna interazione tra loro. Questo può essere difficile per un bambino se le regole e le aspettative di ogni famiglia sono molto diverse l’una dall’altra. Se i genitori sono simili, questo stile genitoriale può funzionare bene.

Non essere un genitore egoista o geloso. 

Non dire o fare cose per mettere il tuo ex sulla difensiva o sull’offensiva. Non inventare accuse contro il tuo ex. Tuo figlio vuole amare entrambi i genitori. Incoraggialo a farlo. Non minarlo. Quando provi a ferire il tuo ex, stai facendo del male anche a tuo figlio.

Una genitorialità efficace richiede calma e maturità. 

Questo è un altro buon motivo per cercare la terapia.

Il processo di divorzio ad un certo punto finirà.

Non dire e non fare cose di cui ti pentirai. Rendi il processo il più semplice e ragionevole possibile per te, tuo figlio e il tuo ex.

Energie rinnovabili per un futuro sostenibile

Le fonti di energia rinnovabile rappresentano l’alternativa più importante ai combustibili fossili inquinanti e la via a un futuro più sostenibile. Grazie alle fonti di energia pulita è possibile ridurre i consumi energetici e l’inquinamento atmosferico, migliorando la qualità dell’aria e salvaguardando l’ambiente. 

Fonti rinnovabili e benefici ambientali

Le fonti di energia rinnovabile rappresentano una delle risposte più importanti per reagire alla crisi climatica che stiamo affrontando: utilizzo eccessivo di  combustibili fossili inquinanti, sfruttamento delle risorse naturali e inquinamento atmosferico stanno spingendo sempre più persone ad adottare un atteggiamento più sostenibile nella vita di tutti i giorni. Prioritario è cercare di ridurre il più possibile le emissioni inquinanti e i consumi energetici e un aiuto in questo senso ci viene fornito dalle energie rinnovabili. Le fonti di energia rinnovabile rappresentano infatti un’alternativa sicura, pulita e potenzialmente infinita di energia in quanto provengono da fonti energetiche non soggette ad esaurimento, come l’energia solare, idroelettrica, eolica e geotermica. Non solo, l’energia delle fonti rinnovabili viene consumata nello stesso paese dove viene prodotta, permettendoci di risparmiare su costi e inquinamento legati al trasporto, cosa che non avviene per i combustibili fossili inquinanti.  Lo sviluppo delle rinnovabili, uniti a una riduzione dei consumi e a un atteggiamento ecofriendly rappresentano una risorsa importantissima per arginare la crisi ambientale che stiamo vivendo e salvaguardare ambiente e pianeta.

Energie rinnovabili e risparmio energetico

Le fonti rinnovabili includono l’energia solare, idrica, eolica, geotermica e la combustione delle biomasse ed offrono numerosi vantaggi, soprattutto in ambito domestico in quando garantiscono un importante risparmio energetico, una riduzione del costo delle bollette e una riduzione dei combustibili fossili inquinanti. In ambito domestico, grazie anche ai benefici fiscali, si è assistito a uno sviluppo importante nel settore fotovoltaico. Installare un impianto fotovoltaico rappresenta un importante investimento in quanto permette di risparmiare fino all’80% sul costo della bolletta, riuscendo in molti casi, grazie all’utilizzo del sistema di accumulo, di raggiungere l’autosufficienza energetica. Grazie agli incentivi promossi dal Decreto Bilancio, come il Bonus Fotovoltaico 2021, è  possibile accedere a benefici fiscali per l’installazione di impianti fotovoltaici solari connessi alla rete elettrica sia su edifici esistenti che di nuova costruzione, e ottenere una detrazione fiscale fino al 110%.  Questo rappresenta di fatto un’ottima opportunità per installare un impianto solare e realizzare una casa sostenibile.Il fotovoltaico è quindi un ottimo investimento che nel lungo periodo comporta numerosi vantaggi a livello di costi e risparmio energetico. E’ utile tener presente che per evitare ulteriori sprechi energetici è importante fare un’analisi dettagliata delle proprie bollette e consumi. Per risparmiare ulteriormente è bene scegliere il giusto fornitore. Nel caso in cui abbiate svolto la voltura dell’impianto le tariffe non cambiano, e di conseguenza nemmeno i consumi. Nel caso in cui dobbiate effettuare un’operazione di subentro, potete scegliere la tariffa più adatta alle vostre  esigenze. Per un ulteriore risparmio energetico da oggi, grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie è possibile monitorare da remoto il proprio impiantoTutti i moderni inverter offrono la possibilità di monitorare in tempo reale a ciclo continuo la produzione tramite app e computer semplicemente con una  connessione veloce che abbia una buona copertura internet. Per ottimizzare le spese ed il consumo energetico è utile scegliere i fornitori con le migliori tariffe sul mercato, adatte alle proprie esigenze.

Inquinamento atmosferico, la situazione in Italia

Uno dei principali vantaggi delle energie rinnovabili consiste nella riduzione dell’inquinamento atmosferico, che ha ormai raggiunto livelli allarmanti in tutto il mondo. Sono infatti circa 500.000 le morti premature dovute all’inquinamento, diventato la quarta causa di morte a livelli globali. La situazione risulta particolarmente grave nelle metropoli e nelle aree urbane: ben due terzi delle città in Europa infrangono gli standard minimi di qualità dell’aria sanciti dall’OMS, a causa del traffico e dei consumi domestici. La qualità dell’aria nei centri urbani italiani è particolarmente preoccupante: 

secondo Mal’aria, il report annuale di Legambiente sull’inquinamento, diverse città italiane nel 2020 hanno registrato numerosi superamenti nei livelli di PM10, confermando l’ennesimo anno nero per la qualità dell’aria nel nostro paese.

L’utilizzo delle energie rinnovabili, sia a livello domestico, che a livello di mobilità sostenibile, rappresentano una risposta concreta che deve essere incentivata il più possibile per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo e, in generale, per il benessere del pianeta. 

Le  energie rinnovabili in Italia

Gli obiettivi italiani in materia di rinnovabili sono espressi all’interno del Pniec (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima) dove sono stati stabiliti gli obiettivi nazionali fino al 2030 in termini di riduzione delle emissioni, sostenibilità e sviluppo rinnovabili. I traguardi da raggiungere sono diversi, su tutti la promozione dell’efficienza energetica in tutti i settori, la velocizzazione del processo di decarbonizzazione e gli incentivi delle rinnovabili che dovranno riuscire a soddisfare entro il 2030 il 30% dei consumi energetici nazionali.

Al momento attuale, l’Italia è il terzo paese in Europa per contributo della green energy e al secondo posto per produzione elettrica verde. Nel 2018 Secondo i dati del GSE (Gestore Servizi Energetici) in Italia le fonti di energia rinnovabile hanno coperto il 17,8% dei consumi complessivi, risultando così l’unica potenza europea ad essere riuscita a superare gli obiettivi al 17% sanciti da Bruxelles. 

Un dato sicuramente positivo per il nostro Paese ma ancora insufficiente per innescare un reale cambiamento: l’adozione diffusa di mezzi elettrici, mobilità sostenibile e un atteggiamento consapevole da parte dei cittadini sono obiettivi prioritari per un futuro sostenibile e per cercare di contrastare la crisi ambientale che stiamo vivendo.                        

Posizionamento siti web su Google

Google è il sito più visitato al mondo. Più del 92% delle ricerche su browser passano da quello che ormai, dalla sua fondazione nel 1998, è un colosso dei Big Tech. Ricerche che spesso riguardano domande, consigli sull’acquisto di prodotti, una percentuale del 46% secondo Jumpshot. Per questo per le aziende e le imprese italiane e internazionali, è fondamentale il posizionamento dei siti web su Google

Puoi avere l’idea migliore del mondo o il prodotto del secolo ma se le persone non ti trovano su Google e i motori di ricerca, non sapranno mai di te e non potranno apprezzarti. Gli utenti vogliono trovare subito quello che cercano e quindi si affideranno ai primi risultati che appariranno, quelli della prima pagina. 

Per migliorare la posizione del sito sui motori di ricerca, ci viene incontro la Search Engine Optimizazion meglio conosciuta come SEO. Attraverso questo processo, “naturale” o a “pagamento”, un sito web può essere tra i primi risultati trovati da chi affolla Google. E così, stare in cima a questa famosa vetrina porterà più visitatori e più possibilità di convertirli in clienti e consumatori.

Un’attività già fiorente a livello locale, può raggiungere un nuovo pubblico, magari nativo digitale, che usa il pc e soprattutto smartphone e tablet. Oppure dare nuove possibilità e alternative ai clienti già fidelizzati. Più visibilità vuol dire aumento del fatturato. Non è forse questo quello che tutti vogliono, a maggior ragione in tempi di pandemia e crisi economica?

Raggiungere questi obiettivi non è facile come sembra. Senza la giusta strategia e la competenza tipica di un professionista, si possono fare buchi nell’acqua e non risolvere nulla. Bisogna quindi affidarsi a chi conosce bene i meccanismi di Internet e sa come rendere vincente e redditizio un sito web o un e-commerce.

Posizionamento Google: Mister Sito

Per essere primo sui motori di ricerca, hai a disposizione il servizio di posizionamento siti web su Google di Mister Sito. Siamo attivi dal 2012 e aiutiamo le aziende a rendere il proprio sito web una risorsa efficace e redditizia. Intanto, puoi approfittare della nostra analisi e consulenza SEO gratuita!

La visibilità della tua attività sarà il nostro primo obiettivo. Per far crescere il tuo business, ti verrà inviato gratuitamente un report SEO. Analizzeremo i tuoi mercati e i tuoi diretti concorrenti e batteremo tutte le strade per farti trovare da potenziali clienti su Google. Da dove passano ogni giorno tanti utenti e consumatori. In cerca di risposte alle loro domane o prodotti e servizi. 

Il tuo successo online, passa quindi attraverso il Content marketing. Per rendere appetibile e piacevole il tuo sito ed invogliare tante persone a visitarlo e ad acquistare. Dopo la fase preliminare, il primo lavoro da fare sarà quello di trovare nuove parole chiavi.  

Posizionamento siti web su Google: la ricetta per far fruttare il tuo business

In una seconda fase, ci occuperemo poi dell’ottimizzazione vera e propria on site e off site. In base alle parole chiave, ottimizzeremo i tuoi contenuti per indicizzarli al meglio le pagine del sito aziendale. Non solo i contenuti ma anche tag HTML, Url web, file e link interni. Useremo e configureremo strumenti di monitoraggio e analisi come Google Analytics e Google Search Console. Questo il lavoro che faremo per la parte online. 

L’ottimizzazione esterna al web, prevederà invece attività di link building, monitoraggio del profilo backlinks. Così come ricerca e selezione di portali in cui pubblicare testi con backlink di rimando al tuo sito. Articoli che scriveremo e pubblicheremo con periodicità mensile.

Lavoriamo da anni con aziende di ogni dimensione e categoria economica. Se hai un team di sviluppo web, saremo lieti di fornire loro i nostri consigli e le migliori strategie di marketing. Per conquistare il tuo settore di competenza e mettere a frutto idee di crescita e innovazione per il tuo business. 

La nostra consulenza SEO per posizionamento su Google, include anche una valutazione della salute del tuo sito, rapporti sulla menzione del marchio, raccomandazioni per web design e best practice per accessibilità e conformità ADA. Se scegli Mister Sito, ogni mese avrai un report dettagliato e professionale con: traffico e visite del sito web, backlinks, conversioni e stato del posizionamento delle parole chiave. Potrai richiedere anche la lista degli articoli pubblicati.

La nostra missione è coltivare esperienze web interattive che entusiasmino e ispirino. Lavoriamo attraverso un processo su misura dall’inizio alla fine del tuo progetto, garantendo il 100% di soddisfazione. Abbiamo ideato tre pacchetti SEO per venire incontro a tutte le tasche. Da quello Basic al Premium. Fai un preventivo senza impegno e non te ne pentirai. Il nostro quartiere generale è a Lecce ma possiamo far visita alla tua azienda in tutta Italia. O puoi venirci a trovare tu e così potrai conoscere di persona il nostro team di esperti e farti un’idea del nostro modo di lavorare.

Come evitare la diffusione del Coronavirus e risparmiare: comprare mascherine online e altri piccoli accorgimenti

Il Coronavirus fa parte delle nostre vite ormai da più di un anno, una pandemia quella che stiamo vivendo che ancora non ci lascia tregua. È vero, i vaccini hanno preso il via. Iniziamo quindi a vedere una luce in fondo al tunnel, come si suol dire. Questa luce però è ancora lontana e continuiamo a comprare mascherine per proteggerci tutti i giorni dal virus.. 

Come evitare la diffusione del Coronavirus

Per evitare la diffusione del Coronavirus ci sono tre piccole regole che devono assolutamente essere rispettate. Ormai le conosciamo tutti più che bene, ma di tanto in tanto fa bene rinfrescarsi un po’ la memoria. Dobbiamo:

  • Indossare la mascherina, sia essa chirurgica oppure FFP2, nel modo corretto, quindi a coprire sia la bocca che il naso, sempre, sia nei luoghi al chiuso che all’aperto.
  • Cercare di mantenere la distanza interpersonale di almeno 1,5-1,8 metri dagli altri. Questo vale sempre, al chiuso e all’aperto. Attenzione, molte persone credono che questa distanza interpersonale non debba essere tenuta se si indossa la mascherina. Non è così, la distanza interpersonale deve essere mantenuta sempre, anche indossando la mascherina adeguatamente, anche se tutti intorno a noi indossano la mascherina. 
  • Igienizzare le proprie mani in modo frequente durante il corso della giornata.

Queste sono le tre regole fondamentali, a cui possiamo aggiungere anche la necessità di sanificare gli ambienti, igienizzare le superfici che sono state toccate da altre persone prima di noi, provarsi la febbre in modo costante e restare in casa nel caso in cui si abbia qualche sintomo, anche un banale raffreddore. 

Di cosa abbiamo bisogno per evitare la diffusione del virus

Abbiamo bisogno di comprare mascherine in modo costante per poter evitare la diffusione del virus. Se abbiamo dei bambini dobbiamo procurarci delle mascherine per bambini certificate. Le mascherine chirurgiche infatti e quelle FFP2 sono monouso e devono quindi essere gettate via dopo ogni utilizzo. Questo significa doverne avere necessariamente una grande quantità sempre a portata di mano. Oltre ad acquistare mascherine, dobbiamo anche comprare il gel igienizzante, meglio se in due formati, un formato grande da tenere in casa e uno piccolo da tenere sempre in borsa oppure nella tasca del giacchetto. Prodotti detergenti ed igienizzanti, termometri a raggi infrarossi, macchinari per la sanificazione degli ambienti, anche di questo abbiamo bisogno. 

Ma come riuscire a comprare tutto questo senza spendere un’esagerazione? Dobbiamo ammettere che all’inizio della pandemia nessuno si poneva questo problema. Si credeva infatti che avremmo avuto bisogno di tutto questo per un breve lasso di tempo, che si trattasse di un bisogno momentaneo. Non è stato così, ancora oggi a distanza di un anno abbiamo bisogno di avere a disposizione tutti questi prodotti. Dato che si tratta di spese importanti alla fine del mese, risparmiare è diventato adesso sempre più importante. 

Comprare mascherine online per risparmiare

All’inizio della pandemia le mascherine erano disponibili solo nelle farmacie e si trattava di un prodotto praticamente introvabile. Adesso invece le mascherine sono di semplice reperibilità, non solo in farmacia, ma anche nei supermercati, in alcuni negozi, persino online. Per risparmiare è proprio al web che è bene rivolgere la propria attenzione. Sul web infatti è possibile acquistare mascherine a prezzi stracciati, così da evitare di spendere un’esagerazione. 

Per spendere il meno possibile, è consigliabile acquistare ingenti quantità di mascherine. Sono molti gli ecommerce e le grandi piattaforme che applicano infatti tariffe particolarmente basse nel caso di enormi quantità. Dopotutto le mascherine serviranno ancora per molto tempo e quindi fare una scorta non è certo una cattiva idea. Nel caso in cui non si voglia fare una scorta, è sempre possibile dividere la spesa e le mascherine con i propri parenti. 

3 consigli per una strategia web marketing nel 2021

Sebbene il 2020 non sia stato eccezionale dalla maggior parte delle prospettive, è stato un anno eccezionale per chi si occupa di marketing digitale. Man mano che i consumatori erano costretti a rimanere a casa, loro passavano più tempo online e continuavano a guadagnare..

Non aspettarti che il marketing digitale perda il suo valore nel 2021, anzi. I consumatori hanno modificato le loro abitudini di acquisto ed è per questo che devi investire sul digitale. Come fare? Ecco qui alcuni consigli da parte di un’agenzia di web marketing a Lecce.

Esternalizza ciò che non è strettamente collegato alla tua attività

La maggior parte delle aziende  non è nata e cresciuta come marketer digitale. I manager potrebbero conoscere alcuni settori come il web design, ma non è lo stesso che essere un esperto.

Esternalizza tutto ciò che non puoi fare a livello professionale.

Le esigenze del marketing digitale piccole e grandi sono facili da individuare. Un libero professionista può scrivere il copy del tuo annuncio. Un’agenzia può gestire i tuoi social media. Un Digital Manager può sviluppare l’intera strategia di marketing digitale.

L’outsourcing ti aiuta anche a identificare gli errori che altrimenti, essendo coinvolto direttamente potrebbero non esserti chiari. .

Il punto è che il marketing digitale non è il tipo di spazio in cui puoi permetterti di inciampare. E’ in gioco la credibilità del tuo Brand.

Rivedi la tua strategia di ricerca

Hai presente quel vecchio programma ambientato in Gran Bretagna che diceva che le tre cose più importanti sono location, location, location? Nel marketing digitale, è SEO, SEO, SEO.

Poiché la SEO è complessa e le sanzioni dei motori di ricerca sono rigide, lo stesso vale per la ricerca. 

La SEO non consiste semplicemente nell’ingannare l’algoritmo di Google. Né si tratta di riempire il tuo sito web pieno di parole chiave nella speranza di posizionarlo al primo posto.

Essa tocca molto di più  un sito web. Altrettanto importanti quanto il contenuto del tuo blog sono i backlink ricevuti dal sito della tua azienda.

Nel 2021, investi in SEO off-page. Entra in contatto con collaboratori di pubblicazioni digitali popolari. Indirizzali a contenuti degni di collegamento sul tuo sito. Offriti di creare contenuti per gli ospiti e condividili spesso sulle piattaforme dei social media della tua azienda.

Sebbene tu possa fare alcune di queste cose da solo, non aver paura di chiedere aiuto. Un’area di cui quasi sicuramente avrai bisogno è la SEO tecnica. Assicurati che il certificato di sicurezza del tuo sito sia ancora valido. Esegui un controllo per i collegamenti interrotti. Ripulisci l’architettura del tuo sito e assicurati che Google lo stia indicizzando..

Investi in contenuti interattivi

Nel marketing digitale, i contenuti interattivi valgono quanto l’oro. Più a lungo puoi convincere qualcuno a rimanere sul tuo sito, maggiori sono le probabilità che si convertano e più Google vedrà il tuo sito come un’autorità.

I contenuti interattivi possono assumere molte forme: calcolatrici, sondaggi e sondaggi, video interattivi e infografiche, concorsi, giochi, consigli sui prodotti e altro ancora.

I quiz di Buzzfeed sono un famoso esempio. I contenuti interattivi come i quiz possono fare di più che coinvolgere gli utenti; può effettivamente generare nuove informazioni sul pubblico. “Essere in grado di vedere come l’utente risponde a ciascuna domanda offre una visione incredibile del cliente”, spiega Penny Wilson, CMO di Hootsuite. “Altri tipi di contenuti interattivi possono rivelare i loro interessi,” Mi piace “, punti deboli e modelli.”

Cosa dovresti fare con queste intuizioni? Ricostruiscili nel tuo contenuto. Se il tuo marchio di pesca scopre che anche ai suoi utenti piace cacciare, non ignorare questo dettaglio solo perché non vendi armi da fuoco. Indica i terreni pubblici che offrono entrambe le opportunità di svago. Di ‘al tuo team di prodotto che dovrebbero prendere in considerazione l’aggiunta di una stampa mimetica ai tuoi giubbotti da pesca.

Il contenuto interattivo richiede più lavoro per essere sviluppato, ma non richiede competenze tecniche. Strumenti come SurveyMonkey consentono a chiunque di mettere insieme un sondaggio in pochi minuti. Partecipare a un concorso può essere semplice come esporre i dettagli e le scadenze alla tua lista di posta elettronica.

Il marketing digitale è ora l’impostazione predefinita. Non tagliare e incollare le tue strategie per il 2020 nel calendario del prossimo anno. Anche se potrebbero funzionare, non vinceranno.

Se vuoi farlo, devi portare il tuo Marketing digitale a un livello superiore. Inizia subito a raccogliere dati, ad arruolare partner e a creare contenuti. Rendi il 2021 l’anno in cui padroneggi l’arte di attirare l’attenzione online.

Come sfruttare i video aziendali in tre mosse

I video aziendali non sono prodotti “finiti”, ovvero utilizzabili solo quando vengono proposti al pubblico. In realtà sono strumenti molto più complessi che andrebbero valorizzati, analizzati e monitorati per ottenerne un reale beneficio. Per affrontare l’argomento in modo esaustivo abbiamo contattato degli esperti in produzione di video aziendali di Milano, con i quali abbiamo focalizzato l’attenzione su tre mosse intelligenti per sfruttare al meglio questa tipologia di contenuto. 

  1. Pianifica l’obiettivo del video 

Cosa significa “pianificare” un obiettivo per un video? In che senso il video può essere pianificato? La risposta a queste domande presuppone che tu conosca, anche solo in teoria, come si imposta una strategia di comunicazione. Difatti i video aziendali sono strumenti di marketing e di comunicazione che devono sempre avere un preciso fine o scopo. 

Il fatto che siano destinati a “qualcosa”, tuttavia, presuppone anche che ci sia un ragionamento strategico di costi e opportunità. In pratica non basta stabilire che un video aziendale serve a promuovere il tuo brand ma devi anche stabilire a chi è destinato, dove si trovano le persone a cui è indirizzato il video, quali piattaforme usano e persino in quali orari è meglio diffondere il contenuto. La pianificazione serve proprio a stabilire tutte queste micro-variabili che, sommate assieme, ti accompagnano al risultato. 

Se il video aziendale promuove i valori e la mission della tua organizzazione, per esempio, può essere condiviso sui social così come sul tuo sito. Al tempo stesso potrebbe anche essere diffuso in TV oppure sul tuo canale YouTube. La pianificazione serve a stabilire con esattezza dove e quando sarà pubblicato e il ritorno che questo potrà apportare alla tua organizzazione. 

  1. Impara dagli errori

Se imparerai a monitorare anche i risultati post-pianificazione, dunque, avrai un grosso vantaggio sul budget, sulle risorse e persino sulle crisi. La nostra società tende a individuare gli errori come mali da evitare anziché mostrarli come dati strategici su cui improntare il miglioramento. Può capitare che un video aziendale floppi, così come può verificarsi una crisi di immagine per uno strafalcione. Cosa fare in questi casi? Riflettere, analizzare e prendere nota di tutto quello che accade è fondamentale perché certe reazioni inaspettate o non volute sono indizi importantissimi per capire come “non” comunicare e cosa “non” fare per ottenere i risultati sperati. 

Imparare dagli errori, quindi, non significa perdere o essere sconfitti ma comportarsi in modo saggio e lungimirante. L’errore si commette solo laddove c’è azione e, dunque, solo chi si mette in discussione rischia di sbagliare. Visto in questo modo l’errore non ti farà più paura e diventerà l’elemento di formazione più prezioso a cui potrai affidarti per crescere davvero. 

  1. Ottimizza la spesa

Una volta assodati questi suggerimenti sarai in grado di ottimizzare tutto ciò che amministri tra cui persone, denaro e tempo a disposizione. Siamo sempre orientati a pensare che il termine “costo” o “spesa” faccia riferimento al denaro senza considerare che i beni più preziosi di un’organizzazione siano il tempo, le competenze e le risorse umane. Impara ad ottimizzare e vedrai che i tuoi video aziendali saranno sempre meno “flop” e sempre più “top”.