Tradizioni matrimoniali: le 5 cose che la sposa deve indossare

Quante simbologie, quante usanze e quante tradizioni si intrecciano negli scenari di un matrimonio. Il contesto matrimoniale è cambiato nel corso del tempo, si è spogliato di quella solennità che ha caratterizzato i ricevimenti di nozze e che oggi si trasforma secondo canoni sempre più fuori dagli schemi e originali. In ogni caso, però, ci sono elementi tradizionali che esistono da sempre e che, anche in contesti non-convenzionali, dovrebbero essere rispettati e proposti nella loro tradizione più consolidata.

La superstizione e la sposa

In particolare, un aspetto della tradizione matrimoniale è quello che riguarda la sposa e ciò dovrebbe indossare nel rispetto di abitudini consolidate nel corso dei secoli e vive ancora oggi. La futura sposa, nel giorno del sì, dovrebbe indossare 5 accessori, ecco quali e per quale ragione.

Un oggetto nuovo

Fondamentalmente, il matrimonio sancisce la fine di una vita e l’inizio di un’altra; la fine della vita da single e l’inizio di quella da sposata sancisce un nuovo approccio, orientato all’altro, alla famiglia, a un futuro insieme. Per tale motivo, la sposa deve indossare un oggetto nuovo, che simboleggia la transizione.

Un oggetto vecchio

Cambia la vita ma non l’essenza dei due sposi. Ognuno di noi è ciò che è anche e soprattutto in relazione alle esperienze passate; così, non bisogna mai dimenticare le proprie radici e tutto ciò che ha fatto parte della vita da single della neo-sposa. Un oggetto vecchio da portare con sé durante le nozze è l’elemento che serve da monito, perché il passato non va mai dimenticato.

Un oggetto prestato

Un oggetto prestato serve a scandire l’affetto delle persone care, riunite per festeggiare insieme la solennità dell’evento. Un oggetto che può essere di qualunque tipo, purché abbia qualche rilevanza. Una possibilità spesso diffusa è quella, da parte della persona che ha prestato l’oggetto, di utilizzare abiti da cerimonia Lecce o a Milano che richiamino in qualche modo la simbologia della cosa stessa o che la persona indossi un oggetto simile.

Un oggetto regalato

La sposa deve indossare anche un oggetto regalato, a rappresentare l’affetto intenso delle persone care. Il regalo, a differenza del prestito, resta di proprietà della sposa, affinché possa ricordarsene anche in futuro.

Un oggetto blu

Il blu è simbolo di purezza e sincerità, è evocazione dell’impegno che la sposa sceglie di assumersi giurando amore eterno al proprio sposo. Nei secoli scorsi, il blu era il colore dell’abito da sposa; oggi è molto in voga la scelta della giarrettiera blu.

Alla scoperta del destination wedding

Il mondo del turismo è fatto da mille diverse sfaccettature e mille nuovi fenomeni, che sconvolgono e cambiano in continuazione il volto di questo settore. All’interno del mondo del turismo negli ultimi anni si è affermato in modo via via più importante, un fenomeno denominato Destination wedding, una nuova tendenza che sta andando a interessare allo stesso tempo sia gli operatori del mondo del turismo sia quelli del settore matrimonio.

Volendo dare una definizione concisa di quello che è il trend del destination wedding si può dire che si tratta della tendenza di andarsi a sposare all’estero o in una città che non è la nostra. L’Italia grazie alla sua ricchezza di bellezze artistiche, storiche e naturalistiche è una delle mete predilette del destination wedding.

Quando si parla di destination wedding un ruolo fondamentale è rivestito dai e dalle wedding planner. A questi professionisti spetta il compito di aiutare, a distanza gli sposi nell’organizzazione del matrimonio. Considerando che gli sposi spesso si trovano all’estero il wedding planner non solo dovrà occuparsi dell’organizzazione, ma allo stesso tempo padroneggiare perfettamente la lingua inglese e la comunicazione via internet. Il wedding planner si occupa per conto degli sposi di trovare la location della cerimonia e dei festeggiamenti, di selezionare il fotografo per matrimonio, il truccatore, il fiorista e così via.

Per quanto riguarda l’anatomia dei destination wedding in Italia, la prima cosa da dire è che sono nozze in cui ci si può permettere di non badare a spese. Grazie infatti a budget molto elevate, gli sposi stranieri che vengono a sposarsi in Italia, possono permettersi location da sogno, servizi di ristorazione di lusso e così via. Si tratta solitamente di sposi che vengono da USA, Inghilterra e Canada ma anche da India e Russia. Sono matrimoni che portano con se usi e tradizioni molto lontane dalla nostra e tuttavia sono caratterizzati da un esiguo numero di invitati e questo per l’oggettiva difficoltà nel far muovere e pernottare un grande numero di persone.

Quanto alle mete preferite dei destination wedding in Italia, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Sempre sulla cresta dell’onda le città d’arte come Roma, Firenze, Verona e Venezia. Si anche le location immerse nel verde tra le colline come l’Umbria o la Toscana. Si anche alle location di mare come la Sardegna o la costiera amalfitana. In ascesa invece il Friuli Venezia Giulia che nonostante la dimensione limitata sembra mettere a disposizione degli sposi stranieri tutte le attrattive sopra elencate.

I fiori per compleanno da regalare ad un uomo

Chi l’ha detto che i fiori si regalano solo alle donne? Sapevi che anche alcuni uomini gradiscono essere omaggiati con dei bei fiori? Eh già proprio così… questo è ormai un mito da sfatare.

Come si può restare indifferenti di fronte ad una bellissima composizione floreale, indipendentemente dal sesso? Ma la domanda che bisogna porsi adesso è: Quali sono i fiori per compleanno da regalare ad uomo?

Un mazzo di fiori per un uomo può avere due semplici significati, ovvero: uno decisamente seduttivo e romantico, l’altro invece più formale. Nel primo caso le rose possono essere la soluzione perfetta per corteggiare un uomo, ma ricorda, il numero deve essere sempre dispari. Se invece si tratta di un semplice gesto formale, in questo caso è bene optare per una pianta in vaso adatta per l’ ufficio o per la casa.

In genere, una pianta ornamentale è un regalo sempre gradito e apprezzato dagli uomini. Quindi il biancospino, si rivela la soluzione ideale perché è il fiore che meglio di tutti parla dell’uomo. Molto belli per abbellire studi professionali o sale d’attesa sono le piante esotiche come la passiflora e le orchidee. Anche la strelizia è un’altra pianta molto indicata per l’uomo. Essa è caratterizzata da tre petali di colore arancio e uno centrale di colore blu intenso.

In aggiunta, un’altra piccola accortezza da tenere bene in mente è quella di evitare colori troppo chiari, ma è consigliabile orientarsi su tonalità forti e vivaci come il rosso, l’arancio, il blu. Essendo il regalo floreale destinato ad un uomo è bene evitare confezioni con nastrini di seta, fiocchi vistosi o troppo colorati.

In conclusione, se è vero che la tradizione vede la donna come la principale protagonista degli omaggi floreali è anche vero che regalare un omaggio floreale ad un uomo non è più una cosa tanto inusuale. Provare per credere!

Regalare fiori per compleanno: ecco alcuni consigli

Oggi è un giorno speciale perché compie gli anni la tua compagna? Ma non sai cosa regalarle? Abbiamo noi la soluzione che fa al caso tuo: un bel mazzo di fiori per compleanno. Di sicuro sarà un regalo molto apprezzato e non sbaglierai, ma è importante scegliere i fiori giusti.

Ogni fiore ha un significato particolare, quindi ecco qui di seguito alcuni utili consigli:

Regalare fiori ad una donna è una tradizione molto antica che ha viaggiato per secoli ed ha attraversato molte culture come simbolo di romanticismo. Oggi molte persone pensano che regalare fiori siano una cosa vecchia, antica, fuori moda, ma in realtà non è così. Le donne amano i fiori e a maggior ragione se recapitate in ufficio o a casa, si sentono come le donne più importanti della terra.

Ma quali sono i fiori che si possono regalare ad una donna per il giorno del suo compleanno?

Un grazioso bouquet di gigli rosa accompagnato da Gypsophila bianca e anemoni sarebbe ideale per augurare gli anni ad un’amica. Se la tua compagna è una persona solare e vivace, allora in questo caso consigliamo di optare per un bellissimo mazzo di rose miste accompagnate a sua volta da gerbere o da gigli.

Se ha un carattere riservato, scegli delle rose rosa o dei lillium bianchi. Se invece vuoi rendere l’omaggio floreale particolare allora in questo caso regala un tenero mazzo di tulipani freschi contornati da edera. Il risultato? Sarà eccellente.

Ma se non vuoi regalargli un bel bouquet di fiori, puoi optare per delle piantine simbolo, come il Ciclamino o la Begonia. In questo caso puoi scegliere il colore che meglio ti aggrada dal rosso all’arancione, dal violetto al blu, dal rosa al fucsia. Fai attenzione al giallo, perché indica gelosia e disprezzo. Se proprio ti piace questo colore allora accompagnalo sempre ad altri colori come ad esempio l’arancio o il rosso. Buon acquisto!

I fiori più semplici da coltivare su giardini e balconi

Ami piante e fiori ma non hai il pollice verde? Per cominciare, puoi fare pratica coltivando questi fiori, in giardino o sul balcone di casa.

Ti piacerebbe coltivare fiori da giardino ma non hai il pollice verde? Beh, l’importante è iniziare a fare pratica e la cosa ideale per farlo è incominciare con fiori che non siano troppo impegnativi da gestire e da curare. Dunque, prima di ordinare la tua spedizione fiori a domicilio o recarti direttamente a comprarli, annota questi fiori e scegli da quale cominciare!

Elleboro

Ai più il nome non suonerà familiare, in realtà si tratta di una pianta dall’aspetto incantevole e, cosa che interessa ancor più in questo momento, semplice da coltivare. L’elleboro non richiede un’esposizione particolare al sole e cresce in modo rigoglioso anche in luoghi ombreggiati. Per ottenere ottimi risultati, è sufficiente piantare i bulbi a 2-3 cm di profondità e idratarli periodicamente. L’elleboro è in grado di riprodursi in modo spontaneo ed è consigliabile evitare di sottoporlo a trapianti.

Geranio

Il geranio cresce in modo rigoglioso anche a basse temperature, non teme il freddo e non richiede particolare cura né un’esposizione eccessiva alla luce del sole. Nei mesi più caldi è bene tenere la pianta al riparo nelle ore di punta e idratarla quotidianamente. Allo stesso tempo, occorre fare attenzione a non bagnarla troppo e a innaffiare solo il terriccio salvaguardando le foglie.

Lavanda

Una pianta suggestiva e tipica delle regioni più calde del Mediterraneo, la lavanda non richiede particolari impicci per la sua coltivazione. Richiede una normale esposizione al sole e idratazione misurata, e l’effetto ottico è assolutamente incantevole!

Primula

Decorativa, vivace e ricca di colore, la primula è una pianta primaverile tipica dei climi più temperati e dei contesti boschiferi. Per consentire una crescita rigogliosa della primula occorre fornire un terreno ricco di humus ed evitare l’esposizione diretta ai raggi del sole. Selezionate un ambiente secco e che ricostruisca al meglio il contesto del bosco, habitat naturale di questa splendida pianta.