I vantaggi dell’utilizzo della bici elettrica in città

La bicicletta è il mezzo di trasporto più in voga del momento, particolarmente adatto per gli spostamenti in città. I centri urbani italiani sono sempre più inquinati e chiassosi a causa dell’alta densità automobilistica lungo le strade, che congestionano il traffico cittadino in particolare durante le ore di punta della giornata, causando un aumento spropositato dei livelli di smog. Consapevoli di ciò, le amministrazioni pubbliche si stanno mobilitando per risollevare la questione, proponendo delle soluzioni che possano rendere più vivibili le nostre città, incentivando la mobilità sostenibile.

Un’alternativa a basso impatto ambientale è rappresentata dalla bicicletta e dalla sua diretta discente: la bicicletta elettrica. Grazie agli incentivi economici stanziati, la mobilità elettrica in Italia sta vivendo un vero e proprio boom. L’e-bike (electric bike) è un mezzo di trasporto a impatto ambientale 0 che consente un risparmio economico senza precedenti. I nuovi e performanti kit bici elettrica consentono di trasformare con poche centinaia di euro la propria bici tradizionale in un vero e proprio veicolo a trazione elettrica.

Ecco i principali vantaggi di questo veicolo e perchè conviene utilizzarlo in città:

La bicicletta elettrica: un mezzo economico accessibile a tutti

Secondo il codice della strada, l’e-bike è considerata alla stregua di una classica bicicletta, pertanto non comporta alcun obbligo di stipulare una polizza assicurativa, indossare il casco e altre formalità quali bollo, targa e manutenzione obbligatoria. La bici elettrica è un mezzo di trasporto accessibile a tutti: per guidarla non occorre avere alcuna patente, adatta sia per i grandi che per i più piccoli senza alcuna limitazione di età.

La bicicletta elettrica: pedalare contro lo stress!

Scegliere la bicicletta a pedalata assistita piuttosto che l’auto per gli spostamenti in città aiuta a preservare la tua salute. Recenti studi scientifici hanno dimostrato che pedalare di buon mattino stimola la produzione di serotonina, l’ormone del buonumore. Una soluzione efficace per combattere lo stress ed affrontare la giornata con vitalità ed energia!

Perché è importante non saltare la colazione

Effettuare una sana ed abbondante colazione di buon mattino è una delle più sane abitudini che aiutano a preservare il giusto stato di benessere del nostro corpo. Uscire di casa senza aver consumato il primo pasto della giornata equivale a guidare un’automobile a secco di carburante. Consumare degli alimenti sani è paragonabile dunque al fare benzina, che ci consente di avere la giusta carica di energie per affrontare al meglio la giornata. Un vecchio detto recita: “fai colazione come un re, pranza come un principe e cena come un povero” proprio per sottolineare l’importanza di questo pasto.

Secondo la tradizione italiana, la colazione per eccellenza è una questione di dolce. A conferma di ciò interviene anche il mondo digitale: sono sempre di più gli italiani che acquistano dolci online per colazione, tramite l’innovativo servizio web messo a disposizione delle “pasticcerie 3.0”, utilizzato principalmente per fare un gradito regalo ai propri cari in occasione di ricorrenze particolari. Le scuse quindi stanno a zero: reperire una buona colazione è diventata sempre più un’impresa di facile riuscita.

Nonostante ciò, sono sempre di più gli italiani che non effettuano una sana colazione. La nuova disciplina del “salto della colazione” è un’abitudine in voga tra i più giovani che, complice la mancanza di tempo e lo scarso appetito, si recano a scuola già in riserva di energie, con conseguente calo di forze e concentrazione che condiziona il rendimento durante la giornata. È compito dei genitori far prendere quanto prima coscienza ed educare i propri figli dando il buon esempio a tavola, evitando quindi di bere un caffè al volo prima di recarsi al lavoro.

Una buona colazione deve garantire il giusto apporto di nutrienti, in particolar modo carboidrati e zuccheri semplici dovranno essere i benvenuti, perché facilmente tramutabili in energie subito disponibili. Esempio virtuoso di una colazione è rappresentato da una tazza di latte, 3 fette biscottate con un velo di marmellata e un frutto, per un apporto complessivo del 25-30% del totale delle calorie giornaliere.

La coscienza ambientale come alternativa al riciclo

Il processo di smaltimento rifiuti a Lecce come a Milano e nel resto d’Italia sta conoscendo oggi una fase di forte sensibilizzazione pubblica: la tematica ambientale è sempre più centrale e la popolazione si dimostra sempre più consapevole sui rischi di una scorretta gestione del sistema di raccolta e stoccaggio degli scarti.

Va però sottolineato come il riciclaggio non sia un sistema ottimale per tutelare e proteggere l’ambiente. Tra le ragioni che spiegano le inefficienze del riciclo, le principali sono la scarsa resa dei prodotti di seconda trasformazione e i costi economici e ambientali che è necessario sostenere per la gestione del processo di riciclo. Le alternative green non mancano e hanno a che fare soprattutto con le idee di coscienza ambientale e di educazione al consumo.

Il riuso

Con l’avanzamento tecnologico nel settore riciclo, il sistema del recupero dei vuoti, tanto utilizzato fino a qualche anno fa, è andato in crisi. D’altra parte, tale approccio si rivela molto più virtuoso, per tutta una serie di ragioni. Pensiamo al più comune sistema di recupero dei vuoti, ovvero quello utilizzato per la gestione delle bottiglie in vetro: in tal caso, la bottiglia non viene cestinata bensì conservata e consegnata nuovamente al produttore; il materiale, dopo aver affrontato una semplice procedura di lavaggio, può tornare in circolo senza alcun impatto sull’ambiente.

Economizzazione dei consumi

Un’altra via passa per una educazione civica della cittadinanza al fine di favorire un approccio al consumo più conservatore e tutelante per l’ambiente. Si tratta, semplicemente, di diffondere una serie di comportamenti e abitudini volti ad abbattere i consumi domestici, evitando gli sprechi e massimizzando l’utilizzo di ogni materiale. Uno degli ostacoli è rappresentato dal sistema di tassazione, che misura i costi in bolletta per il servizio di gestione della spazzatura in base alla metratura delle abitazioni, senza considerare il numero di utenti del servizio per ogni nucleo famigliare e senza alcun incentivo per le famiglie più virtuose.

Fred, Penguin, Panda: gli algoritmi di Google e gli spauracchi SEO

Ogni agenzia di web marketing a Lecce, Milano o Roma che opera nella SEO vive a captando i segnali che Google, a volte velatamente e altre in modo manifesto, diffonde nel cyberspazio. L’algoritmo di Big G. viene aggiornato ogni giorno (a quanto rivela il portavoce di Mountain View John Mueller) e le logiche di posizionamento sono in costante divenire.

Google Penguin

Google Penguin è l’aggiornamento dell’algoritmo lanciato da Google il 24 aprile del 2012 e che interessa la link building, integrato definitivamente all’algoritmo Hummingbird nel 2014 ( versione 3.0). In particolare, Penguin colpisce i siti web che si sono posizionati attraverso strategie di acquisizione link illecite e black hat: schemi o scambi di link, ancore secche e di bassa qualità, non tematizzate e innaturali.

Non solo: il Pinguino se la prende anche con i siti web over-ottimizzati, che presentano keyword stuffing (eccedenza innaturale nella ricorsività delle parole chiave) e link interni ed esterni impropri, poco coerenti e forzati. Attenzione ai contenuti duplicati, sono un elemento potenzialmente distruttivo!

Google Panda

Google Panda è stato implementato ufficialmente il 24 febbraio 2011. L’aggiornamento interessa soprattutto la qualità dei contenuti e si serve della scansione semantica dei testi. Le pagine web che ospitano contenuti inesatti, imprecisi, poco dettagliati, scritti male e duplicati sono a forte rischio penalizzazione.

Panda, inoltre, se la prende anche con i siti web che non presentano le caratteristiche tipiche dello user friendly: pagine lente, poco navigabili a causa di media troppo pesanti o di un’architettura del sito non adeguata o coperte da banner invadenti.

Google Fred

Del nuovo arrivato di casa Google, Fred, si sa ancora poco o nulla. A dire il vero, le uniche note ufficiali sono quelle, sibilline, del portavoce di Big G. Gary Illyes “d’ora in poi ogni aggiornamento, se non diversamente specificato, sarà chiamato Fred”. Ok, sappiamo anche che, con ogni probabilità, comprende tutti quegli aggiornamenti di Google mirati a colpire le bufale, le notizie non veritiere e i contenuti inappropriati (perché istigano all’odio e alla violenza o semplicemente perché privi di fondamento). I prossimi mesi sapranno dirci (si spera) qualcosa in più, sperimentando, testando e ri-sperimentando. Il lavoro di un SEO, in fondo, è soprattutto questo.

Video marketing: scegliere l’approccio giusto

Il video marketing si è affermato come uno strumento di pubblicizzazione efficacissimo e, soprattutto negli ultimi tempi, sono sempre di più le realtà che scelgono di investire nella realizzazione video aziendali allo scopo di aumentare la visibilità e la forza di marchio. Ovviamente, perché una campagna si riveli vincente, non è sufficiente produrre e diffondere un contenuto per lo streaming ma è necessario che sia anche efficace. Per riuscire nell’intento, esistono diversi approcci narrativi, tutti validi anche se in un modo differente.

Umorismo

L’umorismo è una delle leve più potenti. Un approccio ironico e divertente è l’ideale per stimolare affezione nei confronti del marchio e per alimentare i meccanismi della viralità. L’umorismo gioca spesso su situazioni tipiche della quotidianità, raccontate con iperboli e colpi a sorpresa e che tutti gli utenti sono in grado di comprendere e in cui possono identificarsi. Riuscire a far ridere in modo originale e brillante non è assolutamente un obiettivo semplice e alla portata di tutti.

Commozione

Un’altra leva motivazionale intensa è quella della commozione. Solitamente, alla narrazione drammatica si accompagna un insegnamento, una morale una lezione di vita di cui gli spettatori dovrebbero fare tesoro.

Shock

Attraverso lo shock, un messaggio è veicolato in maniera violenta. Si tratta di un approccio aggressivo e che mira a scuotere le coscienze ma può rivelarsi un’arma a doppio taglio: se lo shock è troppo forte, il rischio è che l’utente attui sistemi di rimozione del ricordo.

Informazione

Un video può utilizzare anche la risorsa della funzionalità e porsi come una guida pratica e che offre soluzioni concreti a problemi reali. Attraverso l’informazione e i consigli, tipici dei video tutorial e delle video-guide, l’utente si lega al marchio per la sua professionalità e competenza. Porsi come un punto di riferimento in un determinato settore è una soluzione efficace e che permette a un marchio o a un personaggio pubblico di consolidare la propria posizione di influencer e di referente autorevole in una determinata nicchia.

Guida al viaggio di nozze perfetto

Difficilmente si rinuncia al viaggio di nozze, basilare per la buona riuscita finale del proprio matrimonio e, questo, per una serie di motivi: uno tra i più importanti, è proprio quello del viggio in sé, come uno tra i più importanti della vita di una coppia che ha appena coronato il proprio sogno d’amore. Esistono tempistiche diverse per effettuare i viaggi di nozze, infatti, ci sono coppie che decidono d’intraprendere partenze per una sola settimana, quindi per un breve periodo, ed altre, invece, che optano per viaggi più lunghi e duraturi; in entrambi i casi, l’organizzazione è un aspetto essenziale per la buona riuscita del viaggio di nozze.

Vediamo in questa guida come organizzare un viaggio di nozze perfetto

Se avete intenzione di realizzare un viaggio di nozze a regola d’arte, dovreste realizzare un piccolo planner e iniziare a definire tutti i dettagli, almeno sei mesi prima; se, invece, non volete affidarvi alla vostra totale autonomia, potreste sempre optare per un’agenzia viaggi. In entrambi i casi, comunque, ci sono degli aspetti positivi: in totale autonomia, risparmierete sicuramente sui costi di una probabile agenzia viaggi che potrebbe definire il vostro itinerario, mentre, rivolgendovi ad un’agenzia vacanze, questa potrebbe semplificarvi il lavoro, definendo costi di pernottamento, vitto, trasporti, prenotazioni, richiesta di visti ed altre spese, per la buona riuscita del viaggio. Inoltre, un’agenzia viaggi è in grado, anche, di realizzare la cosiddetta “lista viaggio”.

Una “lista viaggio” è molto simile alla lista nozze e, recentemente, sta prendendo piede come degna sostituta di quest’ultima: non è altro che un piccolo fondo d’investimento in cui gli invitati, i parenti e gli amici, possono versare una quota partecipativa per il finanziamento del viaggio di nozze.

Altro aspetto molto importante nell’organizzazione di un viaggio di nozze perfetto, è la ricerca di un fotografo per matrimonio, che ha il compito fondamentale di immortalare su carta fotografica i momenti più significativi, divertenti e commoventi della propria luna di miele, tanto da rimanere indelebili nella storia della coppia di neo sposi.
A riguardo, invece, della destinazione del viaggio di nozze, non c’è che l’imbarazzo della scelta; infatti, esistono una moltitudine di mete di viaggio, adatte proprio ad ogni esigenza personale ed economica. Basta solo scegliere e partire!

Esistono, infatti, viaggi di ogni genere: viaggi di gruppo, viaggi in coppia, viaggi fly e drink, viaggi alla scoperta della natura selvaggia, viaggi on the road, viaggi free style, viaggi nel mondo enogastronomico, religioso, low budget e ovviamente, viaggi dedicati alla commemorazione di un momento così importante, come la luna di miele!