Scegliere per le proprie vacanze il Residence Leuca

Lo Scialabà, residence Leuca immerso nell’entroterra incontaminato del Salento più verde e verace, in località Torre Pali, è un’azienda a conduzione familiare, nata dalla volontà della famiglia Sciarca, di costruire un villaggio vacanze con tutti i comfort per ospiti e turisti. Il sogno, sembra essere divenuto realtà. Oggi, infatti, la struttura ricettiva è sempre più apprezzata e sono tantissimi i clienti, che accolti e coccolati come a casa propria, decidono di tornarci e di concedersi soggiorni completamente dedicati al sole, al mare, al benessere, al relax ed al buon cibo della Puglia.

Le unità abitative, con 20 diverse soluzioni, tra bilocali ed appartamenti, divisi in una palazzina tra piano terra e primo piano, si insediano lungo tutto il versante Est dello Scialabà, dove la vista sulle marine di Gallipoli, è davvero fantastica. A poca distanza dal nucleo, vi è il ristorante, aperto a pranzo e cena, sia per i residenti, che per il pubblico esterno, che garantisce ottimi piatti con un menù ricercato e variegato, che spazia dalle ricette tipiche della zona a proposte più gourmet ed elaborate.
Con la direzione de “Le Vie delle Secche”, inoltre, per non doversi preoccupare della cucina e di preparare da mangiare al rientro dalla spiaggia, è possibile sottoscrivere una convenzione per stabilire menù per tutta la famiglia, anche personalizzabili in base alle varie intolleranze alimentari.

Sarà premura degli chef preparare piatti, ad esempio, senza lattosio o senza glutine, su richiesta esplicita ed anticipata degli ospiti. Il residence a Leuca, è il giusto punto di riferimento per darsi alla scoperta di questo meraviglioso territorio, con le sue pajare, le sue grotte, i suoi borghi ed i suoi spazi verdi immensi. Dal villaggio, infatti, sono facilmente raggiungibili diversi siti e mete di interesse storico-architettonico e di svago e divertimento. Inoltre, tutti i servizi più importanti ed attività commerciali come negozi, pescherie, supermarket, farmacia e distributori di carburante, sono a portata di mano.

Perché e come investire in SEO

La SEO (Search Engine Optimization) è una risorsa in grado di apportare considerevoli benefici a un business aziendale. Fino a pochi anni fa, le strategie di verifica posizionamento Google e ottimizzazione per i motori di ricerca hanno vissuto la loro fase di crescita silenziosa, nel senso che l’importanza di un’impalcatura SEO era stata colta ancora da pochi e pochi erano i professionisti degni di essere definiti tali. Oggi lo scenario è completamente diverso e sempre più piccole e medie imprese investono con convinzione in tecniche di posizionamento.

Perché investire in SEO

Tra tutte le attività di web marketing, la SEO è forse l’unica che non necessita di continui investimenti per essere mantenuta attiva. Il lavoro che serve per implementare un piano efficace e iniziare a cogliere i primi risultati si distribuisce su un arco temporale relativamente lungo (a seconda del settore ma. solitamente, non inferiore ai 3 mesi) ma, in compenso, gli effetti positivi continuano a manifestarsi anche per molto tempo dopo l’eventuale cessazione. Ciò non accade con le attività di SEA (Search Engine Advertising), che richiedono un dispiegamento costante per essere mantenute online, o per il social media marketing, che impone un impegno giornaliero per garantire risultati degni di nota.

Ovviamente, il principale vantaggio della SEO sta nell’aumento del traffico incanalato verso il proprio sito internet. Una strategia SEO sviluppata con cognizione permette di incrementare esponenzialmente il numero di visitatori di un website; il che si traduce in maggiori possibilità di concludere ordini, una maggiore risonanza del brand, aumento dei guadagni (ove predisposto) tramite AdSense a pagamento.

Come investire in SEO

SEO non è, banalmente, il posizionamento delle pagine per determinate parole chiave. Si tratta piuttosto di una disciplina fortemente basata sulla capacità analitica del SEO specialist, inizia con un lavoro di studio del settore e delle opportunità che si concretizza nella scelta di un set di keyword performante. Qui, con “performante” si intende un concetto più complesso di ciò che appare, poiché le parole chiave devono essere selezionate secondo un approccio accorto, che valuti la competitività della SERP in relazione al budget, le abilità personali del SEO, gli obiettivi degli utenti che cercano determinate keyword e i volumi di ricerca da esse generati.

Digital Pr: quali sono le attività che svolge?

Hai un negozio online a regola d’arte, ma le visite purtroppo non decollano come dovrebbero e non riesci a spiegarti il perché? La risposta tuttavia è molto facile: gli utenti non sanno che la tua pagina esiste nel web. Ma non devi preoccuparti, perché in realtà una soluzione c’è, ovvero: le strategie del digital pr che se applicate nella giusta maniera non sarà difficile aumentare il traffico verso il tuo sito web.

AL giorno d’oggi le strategie di digital pr sono fondamentali soprattutto per coloro che vogliono migliorare la reputazione e l’immagine della propria azienda. Affidandosi ad un’agenzia specializzata in digital pr, verranno messe a disposizione del cliente tutte le conoscenze del web in modo tale da dare la giusta popolarità al sito, il tutto in correlazione al target di riferimento del cliente e agli obiettivi prefissati da raggiungere.

Ma cosa sono le digital pr?

Le digital pr sono tutte quelle attività di marketing volte ad accrescere la notorietà nonché la reputazione dell’azienda stessa o dei prodotti o servizi. Fare un’attività di digital pr può essere strategico sia a livello SEO che a livello social. In quest’ultimo caso è stato appurato che 4 persone su 10 acquistano grazie all’influenza dei social media.

Ma per poter ottenere tutto questo è molto importante sapersi affidare ad un’agenzia seria e competente. L’agenzia specializzata in digital Pr Milano ha come finalità quella di tenere alta la reputazione dell’azienda, in modo tale che visibilità, partecipazione e coinvolgimento vengano accresciute via, via sempre di più.

Ma quali sono le attività svolte dal digital pr?

I compiti che questa figura svolge possono essere veramente tanti: possono spaziare dallo stringere contatti con gli influencer più autorevoli del web fino a gestire con una strategia ben mirata i social network. Ma tutto questo può essere tradotto con una sola parola: reputazione.

In conclusione, per tutti coloro che vogliono migliorare la reputazione della propria azienda, e far accrescere la notorietà allora in questo caso bisogna assolutamente mettere su delle strategie di digital pr.

I fiori per compleanno da regalare ad un uomo

Chi l’ha detto che i fiori si regalano solo alle donne? Sapevi che anche alcuni uomini gradiscono essere omaggiati con dei bei fiori? Eh già proprio così… questo è ormai un mito da sfatare.

Come si può restare indifferenti di fronte ad una bellissima composizione floreale, indipendentemente dal sesso? Ma la domanda che bisogna porsi adesso è: Quali sono i fiori per compleanno da regalare ad uomo?

Un mazzo di fiori per un uomo può avere due semplici significati, ovvero: uno decisamente seduttivo e romantico, l’altro invece più formale. Nel primo caso le rose possono essere la soluzione perfetta per corteggiare un uomo, ma ricorda, il numero deve essere sempre dispari. Se invece si tratta di un semplice gesto formale, in questo caso è bene optare per una pianta in vaso adatta per l’ ufficio o per la casa.

In genere, una pianta ornamentale è un regalo sempre gradito e apprezzato dagli uomini. Quindi il biancospino, si rivela la soluzione ideale perché è il fiore che meglio di tutti parla dell’uomo. Molto belli per abbellire studi professionali o sale d’attesa sono le piante esotiche come la passiflora e le orchidee. Anche la strelizia è un’altra pianta molto indicata per l’uomo. Essa è caratterizzata da tre petali di colore arancio e uno centrale di colore blu intenso.

In aggiunta, un’altra piccola accortezza da tenere bene in mente è quella di evitare colori troppo chiari, ma è consigliabile orientarsi su tonalità forti e vivaci come il rosso, l’arancio, il blu. Essendo il regalo floreale destinato ad un uomo è bene evitare confezioni con nastrini di seta, fiocchi vistosi o troppo colorati.

In conclusione, se è vero che la tradizione vede la donna come la principale protagonista degli omaggi floreali è anche vero che regalare un omaggio floreale ad un uomo non è più una cosa tanto inusuale. Provare per credere!

Regalare fiori per compleanno: ecco alcuni consigli

Oggi è un giorno speciale perché compie gli anni la tua compagna? Ma non sai cosa regalarle? Abbiamo noi la soluzione che fa al caso tuo: un bel mazzo di fiori per compleanno. Di sicuro sarà un regalo molto apprezzato e non sbaglierai, ma è importante scegliere i fiori giusti.

Ogni fiore ha un significato particolare, quindi ecco qui di seguito alcuni utili consigli:

Regalare fiori ad una donna è una tradizione molto antica che ha viaggiato per secoli ed ha attraversato molte culture come simbolo di romanticismo. Oggi molte persone pensano che regalare fiori siano una cosa vecchia, antica, fuori moda, ma in realtà non è così. Le donne amano i fiori e a maggior ragione se recapitate in ufficio o a casa, si sentono come le donne più importanti della terra.

Ma quali sono i fiori che si possono regalare ad una donna per il giorno del suo compleanno?

Un grazioso bouquet di gigli rosa accompagnato da Gypsophila bianca e anemoni sarebbe ideale per augurare gli anni ad un’amica. Se la tua compagna è una persona solare e vivace, allora in questo caso consigliamo di optare per un bellissimo mazzo di rose miste accompagnate a sua volta da gerbere o da gigli.

Se ha un carattere riservato, scegli delle rose rosa o dei lillium bianchi. Se invece vuoi rendere l’omaggio floreale particolare allora in questo caso regala un tenero mazzo di tulipani freschi contornati da edera. Il risultato? Sarà eccellente.

Ma se non vuoi regalargli un bel bouquet di fiori, puoi optare per delle piantine simbolo, come il Ciclamino o la Begonia. In questo caso puoi scegliere il colore che meglio ti aggrada dal rosso all’arancione, dal violetto al blu, dal rosa al fucsia. Fai attenzione al giallo, perché indica gelosia e disprezzo. Se proprio ti piace questo colore allora accompagnalo sempre ad altri colori come ad esempio l’arancio o il rosso. Buon acquisto!

Come impostare una strategia di video marketing efficace

Sempre più aziende, oggi, scelgono di investire in strategie di video marketing per rafforzare il proprio brand online. In effetti, i video rappresentano una risorsa dalle potenzialità enormi perché è il contenuto maggiormente in grado di conquistare la simpatia e la considerazione degli utenti, il più virale e quello che resta più facilmente impresso nella memoria.

Ovviamente, per articolare un piano vincente non basta realizzare video aziendali e pubblicarli su YouTube e sui social network. Perché una strategia di video editing si riveli efficace, è necessario strutturare un piano che prenda in considerazione ogni aspetto, dall’ideazione alla pubblicazione alla successiva pubblicizzazione, secondo un approccio consapevole e analitico.

Impostare una strategia mirata

La priorità è definire i propri obiettivi e i linguaggi più adatti a perseguirli. La vecchia concezione del video aziendale visto come una sorta di presentazione della società è morta, oggi i video sono uno strumento attraverso cui costruire un ponte tra l’impresa e gli utenti. Ciò significa essenzialmente tre cose: conoscere i punti di forza dell’azienda; metterli in risalto attraverso l’ideazione di un format adatto; conoscere il proprio target di riferimento.

Punti di forza aziendali

La prima fase è quella dell’auto-analisi, durante la quale si delineano le opportunità a disposizione dell’azienda. Per quale motivo i consumatori dovrebbero scegliere noi e non un nostro competitor? Quali servizi offriamo che ci rendono una scelta preferibile agli altri?

Ideazione di un format

Individuati i punti di forza, si passa alla fase della progettazione del video. Qui, il nodo da sciogliere riguarda lo stile, il linguaggio e il format più adatti a veicolare i punti che sono stati individuati come l’arma vincente. Meglio un video che giochi sullo humor o è preferibile giocare sull’emotività? Investire su una serie di tutorial che mettano in risalto la professionalità dell’impresa o un corto di pochi minuti che intrattenga il consumatore e crei affezione?

Analisi del target di riferimento

Linguaggio e format dipendono inevitabilmente anche dal pubblico cui ci rivolgiamo, oltre che dal settore merceologico in cui si opera e dall’identità aziendale che è stata delineata nel corso del tempo. L’obiettivo è quello di colpire l’attenzione degli utenti e tale obiettivo può essere perseguito in diversi modi. Conoscere il proprio target, le preferenze, o trend, significa comprendere il linguaggio più adatto allo scopo e agire di conseguenza. L’azienda ha il compito di avvicinarsi alle aspettative del pubblico e non può pretendere che sia quest’ultimo a interessarsi ad essa. Qui sta forse l’essenza stessa di una strategia di video marketing.